segreteria@arcobaleno85.com chiama

CENTRO DI RIABILITAZIONE POLIVALENTE A ROMA

Metodo McKenzie

Il Metodo McKenzie è un metodo la cui diagnosi si basa esclusivamente sullo studio dei sintomi.
 
Il terapista cerca insieme al paziente le posizioni e i piccoli movimenti che sono in grado di ridurre il suo stato doloroso e quindi migliorarlo.
 
Tali posizioni e movimenti sono alla base dell’autotrattamento che il paziente dovrà poi eseguire a casa.
 
Il terapista faciliterà di volta in volta il miglioramento con mobilizzazioni e manipolazioni idonee.
 
Tale metodica offre quindi al fisioterapista un valido strumento per coinvolgere il paziente nel processo di guarigione e controllo del dolore cronico.

Il Metodo McKenzie  si basa sul mantenimento di posture corrette e sull'esecuzione di alcuni specifici esercizi per trattare alcune forme di mal di schiena e di collo, quelle cioè causate da cause di tipo meccanico, legate cioè al mantenimento di posture scorrette o all’esecuzione di movimenti dannosi.
 
Gli esercizi mirano a migliorare la struttura ed il funzionamento dei tessuti molli, danneggiati da
atteggiamenti innaturali, a riprendere e a mantenere una posizione corretta.
 
Se eseguiti correttamente, a poco a poco comportano una sensibile diminuzione del dolore che, dalle zone più “periferiche” del nostro corpo, si porta più vicino alla colonna vertebrale, fino a scomparire gradualmente.
 
Questo metodo è indicato soprattutto per le persone che durante la giornata assumono posizioni sbagliate e che soffrono di dolori (anche non costanti) al collo, alla schiena o irradiati.
 
E’ invece meglio non praticare questi esercizi nei seguenti casi:
 
  • se i problemi alla schiena e al collo sono la conseguenza di un trauma o di un incidente recente
  • se si è soggetti ad uno stato di malessere generale
  • se si hanno problemi alla vescica
  • se il dolore è molto forte
  • se avvertite vertigini
  • salvo diversa indicazione del medico
 
In caso di dubbi, ci si può rivolgere al proprio medico di fiducia.